Giornale di bordo #GIORNO 1

Ieri abbiamo aperto le danze che danno il via ai cinque giorni di eventi in occasione del nostro primo compleanno.

Per la prima volta il Babeuf ha ospitato dentro le sue mura un fantastico biliardino con cui si è disputato un partecipatissimo TORNEO DI BILIARDINO LETTERARIO.
Sedici squadre e sedici libri, quindici partite dagli ottavi alla finalissima, tutto ad eliminazione diretta, che ha visto contrapporsi vecchie volpi del calcetto balilla e nuove leve, scanzonati giocatori e serissimi professionisti. I vincitori si sono portati a casa il “montelibri”, mille complimenti e una medaglia..

Il Babeuf ringrazia tutti i giocatori e i curiosi che ieri hanno partecipato all’evento (che ripeteremo!). Grazie mille per i sorrisi, gli auguri, la forma di formaggio di Joe, il quadro delle foto di Ginger e Cola, la birra de La Volpe e il Luppolo..
Giusto ancora non l’abbiamo detto: il Birrificio La Volpe e il Luppolo di Simaxis ci ha confezionato una birra ad hoc per il compleanno che troverete in questi giorni alla spina, una Pale Ale profumata e beverina che vi rinfrescherà durante i prossimi eventi!L’abbiamo chiamata (con molta originalità) Buon Compleanno Babeuf

IMG-20150603-WA0005

Vi aspettiamo oggi per l’evento di Teatro, con lo spettacolo “SPETT.LE WARNER BROS” ZUPPA D’ANATRA DA BABEUF CON I FRATELLI MARX  di Elio T. Arthemalle, Felice Colucci e Manuela Lai (Compagnia Teatro Impossibile), alle 20:30..non mancate!

chicche al bicchiere – Tenute Dettori

Ogni giorno, alla stessa ora, da Babeuf si perpetua il rito della scelta dei vini da mettere in mescita al bicchiere.

Oggi la scelta di uno dei tre rossi ricade su una delle cantine a cui siamo più affezionati, le Tenute Dettori di Sennori, con il Tuderi 2007.

_MG_1500

Poco conosciute dai più, le Tenute Dettori sono una perla rara nel paronama vinicolo isolano. Nate a Sennori, in piena romangia, nella zona di Badde Nigolosu, producono vini da diverse generazioni, in terreni prevalentemente calcarei a 250 metri sul livello del mare, esposti al maestrale che soffia incessante su quelle colline. Le uve rosse coltivate sono il Cannonau, il Pascale e la Monica, i bianchi sono il vermentino e su Muscadeddu come uva aromatica. L’età delle viti sono diverse, le più vecchie raggiungono i 150 anni (!!!).

I vini di Alessandro Dettori sono dei Vini Naturali, certificati BIO e Biodinamici (Demeter) ottenuti dalla vinificazione di uve sanissime, selezionate grappolo per grappolo dallo stesso Alessandro con l’aiuto di poche altre esperte mani; nessun utilizzo di chimica in vigna, nessun utilizzo di chimica in cantina, nessuna aggiunta di anidride solforosa.Come la tradizione della loro zona vuole, per l’affinamento NON si fa uso del legno, ma solo tanto tanto tempo in vasche grandi di cemento, in cui il vino matura e si eleva prima di essere imbottigliato, così da rendere il più possibile il Terroir da cui il vino nasce.

Questo un estratto dall’etichetta dei vini dettori

“Siamo piccoli artigiani del Vino e della Terra. Scusate ma non seguiamo il mercato, produciamo vini che piacciono a noi, vini della nostra cultura. Sono ciò che sono e non ciò che vuoi che siano”

Il TUDERI 2007 che vi proponiamo oggi è stato imbottigliato due anni fa, dopo 5 anni in vasche di cemento da 1500 lt. ottenuto da viti con età media di 50 anni.Non è un cannonau qualsiasi, anche i più feroci detrattori del vino cannonau se ne accorgeranno..

Vi aspettiamo per un bicchiere!